Ileana Santone

Sono Ileana Santone, Architetto dal 1971 e ho tre figli, lo dico perché non è stato facile essere donna, madre e architetto.

Nel corso della carriera ho sempre cercato di coniugare una dimensione spaziale qualificata con la realizzazione di progettualità concrete. Tale caratterizzazione è stata acquisita nello studio del Prof. Tommaso Valle a Roma, dove gli aspetti della qualità progettuale sono stati approfonditi redigendo progetti di grande interesse internazionale e altri interventi minori, ma altamente qualificanti. Ho prestato opera come assistente presso l’Istituto di Urbanistica dell’Università di Roma con attiva partecipazione sia in campo didattico che nella ricerca ricevendo numerosi riconoscimenti.

Tra le pubblicazioni cito lo “Studio sulle strutture metalliche” con menzione speciale sulla rivista “L’Architettura Cronache e Storia”, la “Ricerca per la conoscenza di opere di valore ambientale, artistico ed architettonico” pubblicato a cura della Comunità Montana Sirentina e riportato in “L’Abruzzo ed i centri storici” di Barbato-Del Bufalo.

Il progetto per il restauro e recupero a cura della Soprintendenza BAAAS d’Abruzzo e della Comunità Montana Sirentina “Chiesa Oratorio della S.S. Trinità e case” in S.Lorenzo (Acciano), la realizzazione di uno studio di scultura a Scoppito riportato su A.B.C.

Durante lo svolgimento dell’attività libero professionale ho ricevuto incarichi pubblici e privati di natura urbanistica e architettonica, nel realizzarli ho sempre posto particolare attenzione al loro effetto positivo sulla qualità della vita. L’attenzione rivolta al sociale mi ha vista componente della Commissione Pari opportunità della Regione Abruzzo e successivamente socia del Soroptimist International Italia club AQ di cui sono immediata Past Presidente e nell’ambito del quale ho promosso interessanti progetti a favore della città.