Fare comunità: sicurezza e vivibilità dei luoghi pubblici

Parlare di vivibilitàdi una città implica una visione del territorio come processo dinamico e vivo: la proposta è quella di avviare un lavoro di ricostruzione della comunitàa partire da coloro che scelgono di esserne protagoniste attive, con il desiderio di migliorare la propria percezione di qualità della vita. L’Aquila sta vivendo un processo di disgregazione sociale in cui è fondamentale incoraggiare la partecipazione, offrendo l’opportunità di individuare aree e modalità di comunicazione e incontro, avviando il delicato processo di ricostruzione di un’identità che guardi al futuro attraverso la scelta sul presente e la consapevolezza, piuttosto che la sola nostalgia del passato.

Gli obiettivi concreti iniziali consentiranno alle donne, attraverso un percorso partecipativoagevolato, di riappropriarsi dei luoghi per evitarne l’abbandono e il degrado, attraverso forme di aggregazione sia strutturate che nuove. Organizzare e coordinare “passeggiate-safety walk” nei vecchi luoghi di ritrovo nei quartieri scelti. Un modo per riscoprire alcuni spazi cittadini troppo spesso vissuti di corsa e in macchina, nonché creare nuove occasioni di incontro e socializzazione.

Le camminate, effettuate principalmente la sera, permetteranno di identificare i luoghi in cui esiste percezione di insicurezza da parte delle donne e proporre soluzioni per avviare un dialogo con le istituzioni per la loro attuazione.

icon