I Luoghi

Per sperimentare la metodologia di approccio che proponiamo, abbiamo scelto due quartieri rappresentativi del nuovo assetto urbano della città: il quartiere Torrione – San Francesco e il Progetto C.A.S.E. di Sant'Elia. Entrambi sono situati nella zona est della città, ma riportano a realtà completamente diverse.


TORRIONE – SAN FRANCESCO

Il quartiere è molto consolidato e comprende zone residenziali ed insediamenti di edilizia economica e popolare, ben servite sia dal punto di vista viario, sia per quanto riguarda servizi e attrezzature (asili, scuole, commercio ecc…). Quest’area ha visto invertire il proprio ruolo dopo il sisma, trasformandosi da immediata periferia in nucleo centrale. A seguito del suo veloce ripopolamento e della sua centralità ha catalizzato molte funzioni prima situate in centro storico, con conseguente congestionamento del quartiere.

perimetro Torrione


SANT'ELIA

I progetti C.A.S.E. nascono per soddisfare l’esigenza abitativa nell’immediato post-sisma. Non derivano da scelte pianificate ma dalla mera emergenza e sono prevalentemente localizzati nelle aree agricole periurbane. L’attenzione su S. Elia, quindi, non è stata veicolata dalle caratteristiche di questo specifico intervento ma è un esempio rappresentativo di una situazione riconducibile ad ognuno degli analoghi insediamenti.

La realtà è quella di un quartiere monofunzionale nato a ridosso di un nucleo preesistente, piccolo ma fortemente caratterizzato: le due realtà convivono ma senza trovare ancora elementi di integrazione.

perimetro S. Elia