Per amore della città

Mercoledì, 27 Novembre 2013
Scritto da 
Pubblicato in News

di Ileana Santone.

Spesso la città ci tratta da estranee.

L’amore per la città, tema caro a Gisella Bassanini, è per le donne un amore contrastato, anzi spesso un amore non corrisposto. Non sempre la città è in grado di ospitare adeguatamente le nostre esigenze ed il nostro modo di abitare dai tratti così diversi da quello degli uomini. Spesso la città ci tratta da estranee.

Ma le donne amano la città anche se spesso questa si sottrae al loro amore con la mancanza di attenzione alle loro esigenze. L’amore delle donne scaturisce dalla risposta che esse danno quando sono chiamate a dibattere tematiche che coinvolgono la città dando risposte concrete ed attuabili.

Facendo riferimento alle esperienze pregresse, come Berlino quartiere di Kreuzberg, Torino e Bologna, Venezia, si evidenzia come preminentemente dalle donne siano pervenuti gli stimoli all’impegno collettivo e all’autocostuzione e come dalle loro osservazioni siano scaturite le proposte per il miglioramento degli spazi pubblici e di quartiere.

Lo strumento utilizzato è quello della progettazione partecipata che ha tra i suoi obiettivi ha quello di coinvolgere i cittadini ed i gruppi di donne nelle diverse fasi progettuali, per poter infine individuare gli interventi più adeguati a soddisfare i bisogni dei residenti.

Ma per raggiungere questo obiettivo è necessario che le persone entrino in comunicazione tra loro e l’applicazione della metodica partecipativa le aiuta conoscersi superando paure e pregiudizi per costruire una vera comunità. In questo modo si rafforza il senso di appartenenza ed identificazione sociale con il proprio quartiere che induce gli abitanti ad amarlo, rispettarlo e farlo rispettare.

L’ordine, la gradevolezza e la vivibilità rappresentano il punto di arrivo e di identificazione con il territorio in cui non solo si abita ma si vive. Abbiamo più volte affermato che le donne vivono la città molto più degli uomini praticando giornalmente i loro ruoli diversificati e coesistenti. Per questo grazie al loro sguardo attento ed alla loro denuncia potranno mettere in evidenza le criticità dei luoghi soprattutto per il senso di sicurezza che essi trasmettono.

Il superamento dell’ostacolo che i “luoghi della paura” pongono determinando autolimitazione e conseguente rinuncia alla libertà sarà la riappropriazione della loro capacità di esercitare pienamente il diritto di cittadinanza.

La proposta d’intervento, dopo aver analizzato le eventuali cause dell’insicurezza, del disagio funzionale ed ambientale, sarà illustrata e messa in discussione. Le partecipanti, in maniera prioritaria, unitamente a tutti i residenti saranno rese partecipi della scelte progettuali. Ne conseguirà l’identificazione, non solo delle donne ma di tutti i cittadini che, con il loro contributo, avranno partecipato al ripensamento del quartiere trasmettendo a tutti il naturale amore per la città.

Ultima modifica il Venerdì, 06 Dicembre 2013 00:54
Ileana Santone

Architetto dal 1971, nel corso della carriera ho sempre cercato di coniugare una dimensione spaziale qualificata con la realizzazione di progettualità concrete. L’attenzione rivolta al sociale mi ha vista componente della Commissione Pari opportunità della Regione Abruzzo e successivamente socia del Soroptimist International Italia club AQ.

Eventi

  • Le donne ora propongono +

    Le donne ora propongono Mercoledì 1 luglio 2015, ore 17:30. Palazzetto dei nobili - Piazza Santa Margherita, 2 Il progetto "L'Aquila Read More
  • Le imprese delle donne – nuova leadership nella ricostruzione +

    Le imprese delle donne Nuova leadership nella ricostruzione Mercoledì 2 aprile 2014, ore 17:30. Salone della ricostruzione - Sala Munari Read More
  • Donne, management, leadership: un nuovo modo di governare le aziende +

    Corso di formazione per neo imprenditrici Dalla costruzione di un piano di impresa allo start up, l’organizzazione, il marketing e Read More
  • Leadership femminile +

    LEADERSHIP FEMMINILE Il ruolo strategico delle donne in azienda e nella Pubblica amministrazione   Venerdì 7 febbraio 2014, ore 17:30 Read More
  • 1
  • 2
  • 3